giovedì 25 ottobre 2012

falsi Medici di una falsa Medicina

...

"Questo è un libro in qualche modo terribile, in qualche modo divertente, in qualche modo appiccicoso: ti resta dentro e non ce la fai ad eliminarlo dalla tua vita. E, allora, un consiglio: chi non vuole sapere che cos'è una maratona corsa contro un avversario che bara e che vuole nientemeno che la tua vita, chi vuole continuare a credere che quelle cose capitano solo agli altri, non lo legga. 
Stefano Montanari"

Grassi, Simone (2012-05-18). Lo Zen, la Corsa e l'Arte di Vivere con il Cancro (Italian Edition) (Kindle Locations 125-129). Simone Grassi. Kindle Edition. 

...
Perchè questo post? Che c'entra con la corsa? 

Mai come da ormai 3 anni, ma soprattutto da 4 mesi a questa parte, proprio la corsa mi sta permettendo di dare sfogo e concentrarmi sui miei pensieri, ragionamenti ma anche permettermi di mantenere ritmi di vita assurdi.
Ieri sera/notte altri 15km prog (7+5+3) discesa-salita, - 30 a Firenze.

Questo post per cercare di sfogare la rabbia che nasce nel vedere la propria  madre colpita da un Cancro a nemmeno un anno di distanza dalla morte di Enzo, papà! 
Ringrazio Simone che col suo libro mi ha saputo dare la svolta interpretativa della vita, permettendomi di razionalizzare  anche questi duri momenti.

Lo stralcio sopra è tratto dall'infinita mole di documentazione che mi sta investendo spaziando nella rete per cercare di saperne di più e racchiude quello che al momento è il riassunto delle emozioni che sto vivendo, osservando da vicino gli effetti della chemioterapia! 
Chemioterapia che mi sta spingendo a studiare il libro di Claudio Lalla, Medicina naturale per prevenire e curare il cancro, da cui sto prendendo appunti ed in parallelo continuo ad informarmi sulla rete, un lavorone, tutto per cercare di fare di tutto ed aiutare mamma

Il Cancro non si cura con il ferro del chirurgo, ma con la dietavegetariana e le erbe mediche….
Ippocrate di Kos
Che il cibo sia la tua medicina, e che la medicina sia il tuo cibo…
Ippocrate di Kos
 Il dott. Max Gerson consacrò tutta la sua vita allo studio di questa piaga che è il Cancro, e noi tutti dovremmo essergli grati per illavoro da lui svolto
Onorevole Claude PepperMembro del Senato degli Stati Uniti d’America per lo Stato della Florida
“…..Molto spesso,la semplice Verità non è assolutamente credibile….” 

“…Vi sono momenti, nella Vita,in cui tacere diventa una Colpa,e parlare diventa un Obbligo…”
“…Si può guarire dal Cancro ma non dalla Chemio...”

32 commenti:

  1. In primis...un grosso in bocca al lupo per tua mamma.
    conosco le tue sensazioni xkè quest'anno anche a mio papà è toccata la stessa sorte (che gli hanno trovato un cancro alla prostata..) e sinceramente credo che con più andremo avanti con più dovremo conviverci con queste malattie..
    non ho conoscenze approfondite per poter giudicare una cura o l'altra..personalmente credo nella scienza e credo che sia merito "suo" se ora il mio vecchio ne sta uscendo...che poi non tutto sia buono...questo ci sta..

    RispondiElimina
  2. crepi il lupo, grazie!
    Riguardo la tua risposta:

    non voglio passi il messaggio dal titolo del post che sono contro la Medicina ed i Medici, come hai detto anche tu, è grazie a loro che lo stesso Simone, come tuo padre, stanno riuscendo a continuare la battaglia!

    Sono contro i Medici figli del sistema malato in cui viviamo, fatto di multinazionali farmaceutiche, in contrapposizione a tutti quei Medici che così sono descritti, nel loro duro ed oscuro lavoro:

    ”La maggioranza dei medici lavorano per curare i malati. Non fanno carriera, non vincono i concorsi, non vanno in cattedra, ma sono presenti oltre l’orario di lavoro e senza speranza di vedersi retribuire le ore straordinarie, alle quali poco badano, esagerando, semmai, nel consumare le proprie energie oltre ogni limite e sino ad ammalarsi loro stessi. Sono accanto al letto dei malati, lavorano volentieri, nonostante l’ambiente, le voci, gli scandali. Loro principale gratificazione è curaree guarire, ricevere un grazie da chi soffre, impiegare al meglio la scienza che hanno accumulato con lo studio e l’aggiornamento faticoso di tuttauna vita. Umili, tenaci, percorrono ogni giorno chilometri di corsie, strade e scaledi appartamenti, occupano scrivanie sbilenche di ambulatori pubblici, dai quali qualcuno ruba persino il termometro, e comprano di tasca loro ciò che è essenziale. Si rifugiano in famiglia, tentando di difendersi dall’aggressione di pazienti maleducati e pretenziosi, che poco li considerano perché così si valuta un medico che non chiede iperboliche cifre di denaro. Sono loro i medici veri, quelli che le persone intelligenti dovrebbero andare a cercare, se hanno bisogno di essere curati. Se la gente smettesse di venerare i “Principi” della dermatologia, dell’oncologia, della grande eccelsa chirurgia, di tuttele discipline altisonanti e di moda, i baroni delle accademie, i presenzialisti della TV, i proprietari di studi nei quali una visita costaalmeno 500 Euro, per dieci minuti di un parere valido tanto quanto quellodi un medico da corsia, se capisse che il medico e il paziente decidono insieme un percorso di cura e riabilitazione intessuto sulla reciproca fiducia e conoscenza e sulla disponibilità all’ascolto e alla reciproca comprensione, bene, allora la Sanità pubblica funzionerebbe molto meglio…”

    Vedi caro Mauro, tutto quello che ci circonda ci tiene gli occhi chiusi


    la ricerca medica mondiale è gestita o finanziata prevalentemente dalle corporation dei farmaci. Gli interessi in gioco sono colossali. Basti pensare, per esempio, che in Francia la spesa per i farmaci antitumorali ha raggiunto nel 2002 1,3-1,6 miliardi di dollari, mentre nel Regno Unito le spese coperte dal National Health Service nel 2000-2001 ammontano a 3,2 miliardi di dollari.

    Anche la ricerca medica condotta nelle università "beneficia" considerevolmente dei finanziamenti privati provenienti dalle multinazionali farmaceutiche. Ebbene, considerando che per le corporation il fine ultimo è la bottom line e cioè il massimo profitto possibile, quello di cui rispondono di fronte ai propri azionisti, è chiaro che esse impegneranno sempre i loro fondi solo su ricerche che possano favorire i propri investimenti.


    La realtà Mauro è che come si può non essere coinvolti quanto stravolti?

    NB:
    Gli stralci di cui sopra sono tratti da:
    Paolo Cornaglia Ferraris: “ Il Buon Medico. Chi, come e dove trovarlo”, G.Laterza ed. 2002

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. è proprio quello di cui sto parlando!!!

      Elimina
  4. in bocca al lupo per la mamma !!!!!!!!!!!
    la mia ha lottato parecchi anni contro il b....rdo!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. crepi caro, crepi, grazie!
      Ho tutta l'intenzione di aiutarla a combattere!

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. "Echecazzo"! Un abbraccio Mauro,a te e alla mamma..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehi caro, grazie!
      'sta salita è tutta mia! ma so come affrontarla!

      Elimina
  7. Ti sono vicino, so che vuol dire.
    Un abbraccione a te ed un in bocca al lupo a tua mamma, che sia risparmiata.

    RispondiElimina
  8. Un abbraccio e un in bocca al lupo x la mamma.

    RispondiElimina
  9. 1812, nessuna falsa medicina, speranza di vita 30 anni.
    2012, falsa medicina kattyvona, speranza di vita 80 anni.
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti rispondo così, vattelo a leggere nella sua interezza, fatti un esame di coscienza e risparmiati certi commenti, grazie!

      "Per ‘aspettativa di vita reale’ intendiamo il numero di anni che una persona riesce a vivere contando solo sulle proprie forze, senza quindi alcun intervento medico o farmacologico.
      Considerando che oggi tra i più giovani gravi malattie come diabete, obesità, cancro e malattie dentali sono in pauroso aumento, dobbiamo chiederci come si potrebbe sopravvivere senza l’enorme sostegno che viene dato dalla medicina e dalla tecnologia.

      In conclusione quindi, anche alla luce di questi ultimi dati, appare evidente che gli studi sull’aspettativa di vita sono fondamentalmente falsi perché mostrano una realtà inesistente.
      Non solo oggi l’uomo non vive di più che in passato; non solo la qualità della vita moderna è peggiore di quella antica; oggi l’uomo potrebbe vivere di più e meglio di quanto gli sia dato, e se questo non avviene è perché egli vive lontano dalla natura e dalle sue leggi."

      Elimina
  10. in bocca al lupo pre tua madre

    Carlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi Ca' grazie!qst commento è stato apprezzato talmente tanto che gli occhi lucidi mi ha fatto venire,davvero!

      Elimina
  11. mauro,
    "aspettativa di vita" media è mediamente l'età a cui una persona muore. e:
    - è in continuo aumento
    - è maggiore nei paesi sviluppati e tecnologici
    - dipende soprattutto dallo sviluppo della MEDICINA.
    senza la medicina kattyvona (es. vaccini, antibiotici) quanti milioni di bambini morirebbero? magari proprio tu manco saresti oggi qui a scrivere...
    inoltre la tecnologia (uomo che lavora e modifica la "natura") medica è solo una piccola parte della tecnologia... e proprio A TE la tecniologia ti dà il pane e a noi tutti la possibilità di scrivere qui.
    tutte le azioni umane hanno aspetti positivi e negativi. ad esempio per costruire certi componenti di computer e cellulari è necessario prendere minerali abbattendo foreste e ammazzando indios, così come la tecnologia medica a volte è corrotta (alcuni vaccini sono inutili, con gli antibiotici si esagera, ecc).
    quel pdf è un'opinione, ma perchè i miliardi di bambini che oggi vengono salvati non sono esseri umani? sarebbe meglio lasciarli morire? e se toccasse a tuo figlio?
    perchè non ve ne andate a vivere nello zambia a zero tecnologia?

    http://it.wikipedia.org/wiki/File:Life_Expectancy.png

    poi, scusa, "fatti un esame di coscienza"... "risparmiati certi commenti"... non sono frasi molto amichevoli e democratiche. ho scritto parolacce, offeso qualcuno?
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facciamo un pò di chiarezza, nn voglio essere frainteso:
      Ti ho risposto in quel modo xkè commentare con 2righe come quelle che hai scritto era superficiale e nello stesso tempo propagandistico, nemmeno stessi in campagna elettorale!
      Io nn critico la tecnologia ed il progresso ma "l'uomo"!
      Critico quanto di marcio c'è attorno alla Medicina, critico quanto di marcio c'è nella considerazione del malato e del suo diritto ad essere tutelato! Ed invece no, xkè il dico Denaro fa si che si diventi delle cavie, atte a far parte del Progetto che serve per far arricchire le case farmacetiche!
      Ti invito a non portare il discorso sul piano Africa e loro necessità, è un altro film quello, altri concetti!
      Qui si parla di efficacia della kemio, della mancanza di informazioni circa tutta una serie di terapie che possono affiancarla, di parla di elementi naturali per cercare di potenziare le cellule sane e stimolare l'apoptosi!

      Elimina
  12. quel pdf dice il falso:
    - moltissime malattie oggi hanno incidenza molto inferiore o sono state debellate
    - alcune SEMBRANO in aumento solo perchè oggi ci sono mezzi di rilevamento che prima non c'erano. 100 anni fa si moriva come le mosche e senza manco sapere di cosa. e non morivano solo bambini.
    pensiamoci 2 volte prima di lasciarsi andare a un parolaio e modaiolo romanticismo internettaro "alternativo"... quando invece in africa non vedono l'ora che gli costruiscano un ospedale per curare i propri figli.
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto, lascia stare la povera Africa, non meritano di essere presi come esempio in questo post che altra cosa vuole esprimere! Il commento lasciato a MauroB2R voleva proprio salvare il fraintendimento gratuito!
      PS:
      Io nn sto offendendo nessuno
      Ps2:
      Stasera la CL l'ho fatta a spasso per Monterotondo sotto un nubifragio!!!! Mi sono lavato e levato da dosso tutte le ingiustizie che sto apprendendo!

      Elimina
  13. vaglio',
    a me puoi dire tutto meno che "superficiale".
    ho detto delle cose che:
    - non sono superficiali
    - non contengono reati per cui devo farmi esami di coscienza.
    poi chi sei tu per insegnare la coscienza agli altri?
    se poi devo "risparmiarmi certi commenti" perchè detesti ascoltare opinioni differenti è un altro discorso.
    poi propagandistico de che? tu dici opinione A, io dico opinione B, io sono propagandistico e tu no?
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia': nè ho tempo da spendere a controbattere le tue "opinioni" nè adesso è il momento + opportuno x dar vita a pareri differenti di tipo "banale" e non costruttivo! Vuoi la ragione prenditela, vorrei da persone intelligenti come te un pò + di una constatazione esposta come da te nel primo commento!
      Per il resto vatti a dare un'occhiata agli appunti linkati nel post e cerca di fare osservazioni da uomo di mondo e non da "fancazzista" e nn è un'offesa!

      Chi sono io?!?io nn sono nessuno come te ma l'esperienza incidente di 9anni fa mi ha forgiato differentemente da come lo è stata la tua vita razionale, concreta..

      Elimina
  14. e a prop di vaccini..... http://tinyurl.com/8hr3bdu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. marchè ho capito il gioco a cui ci stanno facendo giocare!
      ti ricordi quando parlammo di GIOSTRA? beh, il giro è lanciato ormai ma nessuno ci vieta di scendere in corsa e salire su un altro elemento, è rischioso sì, ma è l'unica!!!

      Elimina
    2. "6) I vaccini sono dannosi perché impediscono al bambino di venire a contatto con germi importanti."

      però quando non c'erano i vaccini i bambini schiattavano come le mosche "a contatto con germi importanti". poi epidemie di peste, colera, polio... volete tornare a quella situazione? basta dirlo chiaro, proporlo all'elettorato, in parlamento...
      o magari raccontarlo a qualche storpio vittima della polio, nel terzo mondo è pieno...
      luciano er califfo.

      Elimina
  15. e io da persone intelligenti vorrei qualcosa di più del titolo del post e di quella poesiola postata sotto, di una banalità... universale.
    poi da persone intelligenti vorrei qualcosa di più di quel pdf farlocco.
    poi da persone intelligenti vorrei che non si stizziscano alle idee altrui e non comincino con le offese, ma LO SO che questa è una mia pretesa inutile.
    poi vedo che pure mauroB2R ti ha "frainteso"...
    credi a quello che vuoi, ma se non sopporti idee diverse mettilo come sottotitolo del tuo blog: "vietato criticare, sono ammessi solo applausi".
    ma mi conoscete bene e lo sapete che io non sono fatto per queste celebrazioni, tipo i ridicoli commenti (questi sì banalissimi, inutili e da campagna elettorale... ma poi di cosa?) che quasi tutti vi fate in continuazione tutti i giorni nei vari blogs.
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le persone intelligenti capiscono che il discorso si deve chiudere qua, continuare in questo modo dopo che mi contatti in privato non avrebbe senso.
      puntualizzo quanto hai detto e vengo a risponderti in privato a quello che pubblicamente non hai voluto mostrare:
      non venire a dirmi come e cosa postare, apriti un blog e facci quel cavolo che vuoi, non puoi pretendere da un titolo del mio blog un enunciato di saggezza e/o ingegneria.. ma forse di sentimenti provati, in contrapposizione ai diversi periodi attraversati, sì, questi sì!
      usare il plurale maiestatis simboleggia che tu nn sei a casa di er Moro in questo momento, ma in una piazza a fare comizi!
      ricorda che il mio peggior difetto è dire sempre quello che penso ed essere il + trasparente possibile! tale atteggiamento non ripaga lo so, ma me ne riesco ad andare a letto senza rimorsi di coscienza!
      ti dico pubblicamente una sola cosa che anche in privato ti dico
      mi aiuti a concludere il quadro che stiamo dipingendo da 4mesi o no?!? io persona INTELLIGENTE ti dico che non è che perchè abbiamo avuto questo scambio allora deve zompare il progetto, ma ti dico pure che se pensi che continuare ad allenarmi significhi che "er Moro" ha capito che deve portà rispetto, allora te dico che tu ricommenta come hai fatto e sarò io direttamente a dire GAME OVER!
      vedi Lucia': non scenderò sotto le 3:30?!? ma si, ma sti cazzi!
      Ci scenderò? Sarà comunque te che applaudirò, a prescindere se concludi il quadro!
      Le persone intelligenti non rinnegano i meriti ma sanno anche continuare da soli!

      Elimina

  16. SEI TU che ti sei infastidito perchè ho commentato una cosa non in linea con la moro-ortodossia e mi hai invitato a non commentare.
    mo' te sogni pure le cose?
    il blog è la tua casa? se fossi davvero a casa tua non credo mi avresti azzittito in quel modo.
    tu scrivi quello che vuoi, gli altri pure e poi si dibatte educatamente, senza ramanzine moralistiche e battutine offensive.
    vuoi fare le ramanzine e le battutine? falle, però poi te becchi la risposta a tono... che nisciun'è fess', manco a "casa tua".
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto e considerato tutto quello pubblicamente espresso e quello che privatamente hai voluto precisare, ti dico che quanto ho detto è sbagliato, se scenderò sotto le 3:30 nn sarà te che applaudirò ma piuttosto la mia caparbietà ed il tuo metodo. Potevo apprezzarti come uomo di sport ma non basta a colmare il disprezzo per la persona!
      GAME OVER

      Elimina
  17. Penso che il lavoro del dottore dovrebbe essere interpretata come una missione ma come dici tu non sempre è così e le multi milionarie case farmaceutiche fanno la differenza con medici che pensano solo ad arricchirsi.
    Non voglio fare polemica ma voglio solo darti un grosso abbraccio e farti un grosso in bocca al lupo per tua madre, nella speranza che vinca questa lotta.

    Un abbraccio
    Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Amico mio!
      a prescindere da chi vincerà, quello che so è che voglio vincere io accompagnadola lungo tutto il percorso, così da difenderla da questo "mondo" fatto di interessi, falsità e dolore!

      Elimina