lunedì 25 aprile 2016

Un weekend da ricordare coronato da un PB.. e che PB

Chi mi conosce sa quanto mi lega a Cesena ed alla Romagna tutta, da quattro anni a questa parte, ma questo weekend è stato semplicemente PERFETTO!
Quanto ha fatto la differenza rispetto ai miei 2 precedenti qui alla 50 di Romagna, è stata sicuramente la presenza di Ania, ed il meteo che minacciava fulmini e saette già da lunedì scorso ha deciso di lasciarci godere questo fine settimana tutto romagnolo, fatto di coccole ed amicizia in quel del B&B Bartolini (casa di Christian e Raffaella), ma anche di due bottiglie di Sangiovese e tanto mangiare, compreso il dolce homemade di delizioso Mascarpone con macedonia Se poi ci metti anche una sgambata con Christian per espellere alcool e tossine, beh tutto assume un contorno da favola 
Sì parte di buon'ora con Ania (poverina ) per raggiungere Castel Bolognese ed alle 7,30 mi parcheggiavo nei pressi della zona di gara!
Il cielo andava schiarendo, grazie anche ad un vento che all'inizio faceva stare un pò preoccupati  su quello che sarebbe stato e che invece lascerà spazio ad una giornata perfetta, non si poteva chiedere di meglio a mio avviso! Nelle precedenti edizioni il caldo era stato un fattore da non sottovalutare ed invece stavolta tutto era ok!
Ritiro il pettorale e me ne ritornavo alla macchina che incontro Filippo, sapevamo che ci saremmo incontrati ce l'eravamo detto, ma ne io ne lui avremmo immaginato di correre affiancati per quasi 26 kilometri, dopo che avevamo incontrato anche il caro Nonno Blade, con il quale condivideremo 15 km in totale tranquillità e chiacchiere soprattutto, ed intanto il tempo scorreva ed i km passavano!
Dopo la debacle in Connemara, una rivincita tutta personale chiamata Ultra Maratona mi vedeva protagonista e carico di motivazione per non sbagliare, le motivazioni erano tante tante stavolta e decidevo quindi di lasciarmi andare alle sensazioni del mio corpo, il quale nelle tante discese si lasciava andare alla grande, volenteroso di sfruttare lo sfruttabile!
Sapevo che la gara iniziava al 25°, e che solo allo scollinamento del 30° i nodi sarebbero venuti al pettine ma non ho mai titubato su quello che ero pronto a tirar fuori, dovevo, volevo dare tutto e solamente alla fine avrei alzato lo sguardo verso il time finale una volta arrivato in zona traguardo. Fino alla fine così è stato, seppure qualche sbirciata al Garmin negli ultimi 10 la davo per vedere quanto stavo pagando in termini di calo fisico e devo dire che gli ultimi 5 sono stati tutti tra 5'09 e 5'29, che rispetto agli ultimi 5 del 2015 sono peggiorati ma che comunque non sono riusciti ad evitare il nuovo PB di 4:25:37 (RT) e 4:26:14 (UT)!
Giustizia è stata fatta, ed ora iniziamo a pensare alla Faentina
NB:
una marcia in più come al solito sono state le motivazioni ed un pubblico tutto speciale ad osservarmi! #imieiangeliconme
Verso il 27° mi affianca un Runner e vedendo la maglietta ASG, mi fa 《Ma Simone Grassi era di Cesena?》 beh, potete immaginare quanto mi abbia inorgoglito tale domanda, ed arrivava in un momento difficile di gara, lungo i 5 km che ci avrebbero portato allo scollinamento prima degli ultimi 20, ed io come mio solito, l'ho visto come un aiuto che arrivava da lontano lontano, ma che ha dato i suoi frutti!
Altro grande aiuto è stato il correre affiancati con Filippo e Runner Blade per tutta la prima parte di gara, che ha sicuramente dato una grossa mano a far trascorrere quei km iniziali tutti da scoprire, grazie ragazzi, un piacere condividere la strada con voi!





50 di Romagna a confronto 
2016 - 2015

4 commenti:

  1. Grande Battello, hai una costanza da far invidia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianlu', la costanza è figlia degli eventi e dei tanti esempi di resilienza!

      Elimina